Richiesta di preventivo

Negozi al dettaglio: +4969 7922 2095

Negozi-online: +4969 7922 4059

Servizio clienti

Vor-Ort-Termin vereinbaren

Domande frequenti

Domande frequenti

Se non viene applicata un’autenticazione forte del cliente bisogna mettere in conto un tasso di annullamento notevolmente maggiore nell’elaborazione delle transazioni da parte dell’issuer.

La SCA sarà obbligatoria dal 14.09.2019 per tutti i fornitori di servizi di pagamento con sede nello Spazio economico europeo.

La regolamentazione delle eccezioni concesse dall’ABE è molto complessa e a potervi fare ricorso è solo l’acquirer. È quest’ultimo a decidere se un esercente può beneficiare o meno di una deroga..

La prima transazione con una carta non precedentemente memorizzata dall’esercente deve sempre essere prevedere un’autenticazione forte del cliente. Un addebito prima dell’arrivo può avvenire senza SCA solo se l’esercente ha memorizzato la carta nel sistema e in precedenza era già stata eseguita con successo una SCA.

Se la carta è già stata memorizzata presso l’esercente, non è necessario procedere a un’ulteriore SCA. In caso contrario, non è possibile effettuare un ulteriore addebito sulla carta senza SCA.

Non rientrano nell’ambito di applicazione della SCA, ma devono essere segnalate separatamente nel protocollo GICC.

Sono esentate dalla SCA e richiedono un indicatore particolare, gestito in maniera diversa da Visa e Mastercard.

In questo caso viene effettuata una transazione Card on File con indicatore MIT corretto, cosa che fa sì che non debba essere eseguita una nuova SCA.

In genere, attualmente l’esercente è già vincolato all’uso del protocollo 3D (tranne poche eccezioni). Per questo motivo non è necessario un adeguamento dei contratti. Concardis invierà tuttavia una speciale informativa agli esercenti che esclude una futura tolleranza delle transazioni non autenticate tramite protocollo 3D.